TAPPO ROSSO SI, TAPPO ROSSO NO
cosa dice la legge


Una delle problematiche che più spesso si pongono ai softgunners, soprattutto dei neofiti del nostro gioco, è sicuramente quella relativa all’obbligatorietà o meno della presenza del “tappo” rosso sulla volata delle ASG.

Si sono infatti spesso verificati dei casi in cui giocatori di soft air si son visti sequestrare le ASG a causa dell'assenza del tappo rosso alla volata delle stesse, è opportuno, pertanto, fare un pò di chiarezza sull'argomento.

La disciplina riguardante le nostre amate repliche è dettata dalla legge 18/04/1975 n° 110 art. 5 che, testualmente, recita al comma n°4 :

"I giocattoli riproducenti armi non possono essere fabbricati con l'impiego di tecniche e di materiali che ne consentano la trasformazione in armi da guerra o comuni da sparo o che consentano l'utilizzo del relativo munizionamento o il lancio di oggetti idonei all'offesa della persona. Devono inoltre avere l'estremità della canna parzialmente o totalmente occlusa da un visibile tappo rosso incorporato."

Tale norma è stata " integrata ", in merito all'applicazione del " tappo rosso ", dalla circolare ministeriale 31 ottobre 1996 n° 559/C-50.824-E-93(96).

La detta circolare dà delle precise direttive, specificando che le repliche da Soft Air debbono sottostare alla disciplina delle armi giocattolo dettata dal 4° comma dell'art. 5 della legge n°110/75 precisando, inoltre, che il termine "incorporato" riportato dalla detta norma a proposito del tappo rosso deve essere inteso nel senso di " intimamente connesso " e pertanto non asportabile senza danno alla volata dell'asg.

La normativa, comunque, fà riferimento esclusivamente alla produzione ed alla commercializzazione dei giocattoli riproducenti armi, ai quali sono assimilate le asg, e nulla dice in merito alla mera detenzione ed al porto degli stessi privi del famigerato tappo rosso.

Da qui la facile interpretazione che ci porta, tante volte, a rimuovere la verniciatura rossa alla volata delle ASG o a trasportarle senza il tappino rosso di gomma che, normalmente, fà parte della dotazione di serie della replica.

L'idea che l' interpretazione che detenere e trasportare le ASG senza tappo rosso alla volata sia esatta è supportata anche da una copiosa giurisprudenza della Corte di Cassazione, che in più riprese ha statuito come il porto e la detenzione di giocattoli riproducenti armi da fuoco non configuri più una responsabilità penale;

infatti la Cass. Pen, sez. II,05/05/1993, n°4594 ha così statuito:
" Il semplice uso o porto fuori dalla propria abitazione di un giocattolo riproducente un'arma privo del tappo rosso assume rilevanza penale solo se mediante esso si realizzi un reato del quale l'uso o il porto di un'arma rappresenti elemento costitutivo o circostanza aggravante, dovendosi in tali casi ritenere la sussistenza del reato o dell'aggravante, ancorchè si tratti di arma giocattolo.

A carico, invece, di coloro che portino fuori dalla loro abitazione giocattoli riproducenti armi sprovvisti di tappo rosso non è più configurabile, per il semplice uso o porto, responsabilità penale, neppure in relazione agli artt. 4 e 7 legge 895 del 1967, modificati dagli artt. 12 e 14 legge 497 del 1974, o allo art. 4 legge n. 110 del 1975".

Inoltre in Cass. Pen., sez. I, 04/12/1992, n° 11640 : " A segui-
to dell'entrata in vigore della legge 21 febbraio 1990 n°36, non è più configurabile, a carico di coloro che portino fuori della propria abitazione armi giocattolo sprovviste di tappo rosso, responsabilità penale per semplice uso e porto, neppure in relazione agli artt. 4 e 7 legge 2 ottobre 1967, modificati dagli artt. 12 e 14 legge 14 ottobre 1974 n. 497, o all'art. 4 legge 18 aprile 1975 n.110".

Ed ancora Cass. pen., sez. I, 05/05/1992, n° 1141: " La disposizione del comma sesto dell'art. 5 della legge n. 110/75, come sostituito dall 'art. 2 della legge n° 36 del 1990, individua, attraverso le condotte tipiche, i destinatari del precetto penalmente sanzionato nei soli fabbricanti e in coloro che pongono in commercio le armi giocattolo non rispondenti ai requisiti richiesti dalla legge.

Ne consegue che l' inosservanza delle prescrizioni imposte integra reato proprio, non applicabile a persone diverse da quelle indicate, mentre non configura ipotesi di reato il semplice porto di arma giocattolo, a norma del settimo comma dello stesso art. 5".

Ma allora, direte voi, siamo a cavallo; possiamo tranquillamente togliere quegli orrendi tappi di plastica e rimuovere quell'orrida colorazione rossa alla volata delle nostre repliche!.

Purtroppo non è così semplice.

Mentre la costante giurisprudenza di cui sopra ci garantisce una piena assoluzione innanzi al Giudice e la restituzione delle ASG in caso di sequestro delle stesse, purtroppo non ci garantisce dal fatto che noi davanti al Giudice non ci andiamo a finire o che le nostre repliche non ci vengano sequestrate.

Infatti chi effettua i controlli, cioè gli agenti di P.S., i Carabinieri, la Guardia di Finanza ecc. ecc., è relativamente condizionato dalla presenza di una certa giurisprudenza.

Quello che conta, per le forze dell' ordine, è la norma in sè e la sua interpretazione pedissequa.

Possiamo quindi trovarci innanzi a casi in cui l'assenza del tappo rosso non viene presa in considerazione ( infatti, per fortuna, nella maggioranza dei casi prevale il buonsenso ), come possiamo trovarci innanzi a casi in cui l'agente si impunti sull'assenza di tale dispositivo e proceda al sequestro delle ASG ed alla denuncia dello sfortunato softgunner.

Come fare, quindi, per evitare di correre il rischio del sequestro dell'ASG e della denuncia per porto abusivo d'arma? dobbiamo tenerci le volate dipinte di rosso?.

Teoricamente sì ma, in pratica, è sicuramente sufficiente trasportare le ASG con il relativo tappino rosso amovibile e dato in dotazione all'acquisto della replica in tal modo, infatti, difficilmente potranno sorgere problemi dato che avremo l'estremità della canna " parzialmente o totalmente occlusa da un visibile tappo rosso incorporato.


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "informati".